27 ottobre 2016

POESIA BULGARA | Anna Maria Petrova-Ghiuselev: Silenzio e altre poesie




SILENZIO

Mi sono abituata al silenzio.
Non ci faccio più caso.
Di rado lo rammento …
Solo un’ombra di ricordo,
quel silenzio assordante in testa
dopo che te ne sei andato …

Ho imparato a conviverci,
a sorridergli pure.
E’ diventato amico …
Ho cercato forse di rimpiazzarti.
Chi sa? …

Il silenzio, quel mio nuovo amico,
veniva solo a rinfrescarmi la memoria
in caso avessi rimosso –
che niente più è come prima,
che niente torna come era,
che noi pure siamo altri,
che facciamo bel viso
a quel cattivo giuoco
della nostra vita …

Ed il silenzio, l’amico mio nuovo,
mi porta sempre per mano
con tenacia e costanza,
perché ci devo pur arrivare
a ridergli d’avanti sfacciata
a quella carogna di vita
che ci volle stesi e boccheggianti …

Si, proprio cosi, devo,
perché proprio glielo devo io
alla mia vita …
E, guarda , che lo faccio!


TUO ULTIMO MAGGIO

Volevi farmi sentire
il profumo dei tigli di Parma.
Volevi forse farmici tornare
per non scordarti mai.
Volevi farmi camminare
e assaporare forse le stradine
col ricordo del vestito da sposa
uscito del vicoletto discreto
per festeggiare i nostri 30 anni.
Con il groppo stretto alla gola...
Ci voleva un soffio solo di tempo
per farci trovare qui insieme
in questa festa del cuore.
Ma non c'e stato quel soffio di vita ancora...
Ed eccomi qui da sola
con l'ultimo desiderio
di ricordarmi qui stretta a te da una vita...
Addio, mio Nik.
Arrivederci!



FORSE UN GIORNO
/Alla Fallaci/

Un giorno
vorrei svegliarmi
col pensiero di pace,
di quella nostra sofferta,
cosi attesa,
insanguinata,disumana,
ma … pace, non più guerra!
Chi lo sa...
se un giorno noi ”umani”
saremo
quelli cresciuti,
maturi,
pieni d’amore
per la meraviglia qui,dove respiriamo-
quella stupefacente,
luminosa,
sfera azzurra -
la nostra Madre Terra?
Chi sa?
E’ un sogno questo da realizzare,
da difendere ancora …
dalla bestia crudele che c’è in noi,
quali bambini viziati che siamo!
Chi lo sa?...
Solo noi!...

Annabelle

21ott.2007, Roma-Sofia


Vince 1° premio al 24° Concorso Europeo di Poesia e Cultura a Lecce, marzo 2010


SERA

La sera. Che diavolo!
È sempre la solita! Per me...
È il cerchio chiuso...
Il cerchio aperto la mattina!
La mattina, che amo tanto perchè è speranza.
Il cerchio chiuso la sera!
La sera che odio, sfido, combatto.
La sera che non è dalla mia parte.
Odio ricambiato! Tremante! Ansioso!
Ahimè! Bisogna soffrire! Tutta una vita?
Avrò sbagliato quest' ultima?!

Premio al festival europeo di poesia della città di Lecce, febbraio 2000


LA LUNA

La Luna ... Oggi!
E piena.

É grande.

E come una madre,
che guarda,
sorveglia!

C’è chiaro di luna...
Si... ci sono io.

Guardami!

Pensami!

Sono io che ti seguo,
ovunque tu vada.

Io, che ti vengo vicino, e poi corro lontano,
ferita, incredula!

Io - catturata, ingenua. Io - unica, tua soltanto,
per sempre.

Io - chiaro di luna!...

2° premio al 21° Concorso Europeo di Poesia e Cultura a Lecce , 3 marzo 2007


ATTIMI

Attimi...
Che ti fanno saltare
dalla sedia,
tremare, affannarti...

Attimi... Unici!
Quando mi stai accanto...
Quando il tuo sguardo
mi arresta il fiato...
Attimi nostri...


LE TUE MANI

Mani... Le tue...
Delicate. E anche vissute.
Le mani che sanno!
Dolci e forti.
Le mani che sanno distinguere.
Intelligenti, buone,
decise, tenere...
Mie! Sono le mani per me.
Che abbracciano la mia anima!
La accarezzano.
La amano...
Mie dolci mani!...


ADESSO

Adesso...
Mi sto allontanando...
Perché? - Ormai è fatto...
Nel profondo - da qualche parte in me,
giace la risposta.
Adesso...
So soltanto che lo sento -
l'allontanamento...
Da te, da lei, da me stessa,
da tutti...
Perché? - Volevo appartenerti,
possederti,
dimenticarmi -
con te ...
Tutto si allontana da tutto.
Adesso... Quando si elimina tutto.
Adesso... Quando estraneo è tutto.
Adesso... Quando nessuno ha nessuno...


LACRIMA

L'ultimo saluto a te.
Un attimo infinito
e tu -
non ci sei. Non più!

Mia stella, mia dolce mamma!
Mi manchi tanto -
come l'aria,
come il sole,
come solo tu mi puoi mancare!
Ti hanno perso -
le mie mani,
le mie labbra,
gli occhi - gli sei sfuggita!...
Ma il mio cuore triste, ferito,
ti segue -
ovunque tu sia!
Addio!







ANNA MARIA PETROVA-GHIUSELEV, nasce a Lom, Bulgaria, il 4 Agosto 1959. Giornalista, poetessa, attrice, produttrice cine-tv italo-bulgara. Laureata all’Accademia Musicale di Sofia e in Teatro e Management alla NBU, Sofia. Vive in Italia dal 1985, Cittadina italiana dal 1993. Giornalista del TG LA 7, di Uno Mattina - RAI UNO, ha varie partecipazioni e collaborazioni con la BNT-Bulgaria, RaiUno, RaiDue, Canale 5. Attrice in numerose produzioni cinematografiche e televisive (più di 50) in Bulgaria e in Italia (anche in teatro), in Germania, Francia, USA. La sua principale attività nel mondo del cinema è quella di interprete e tra i lavori più interessanti possiamo citare la partecipazione nel film La iena (1997) di Joe D'Amato. Nel 1999 ha inoltre lavorato con Piero Livi per la realizzazione del film Sos Laribiancos - I Dimenticati dove ha interpretato la parte di Donna. Docente di coreografia, danza classica, moderna e jazz preso diverse scuole e facoltà. Titolare della società cine – tv Adria film International ltd. dal 1993. Presidente dell’Associazione Artemidia – eventi culturali internazionali, e ideatrice della Biennale Artemidia tra Roma e Sofia dal 2007 ad oggi. Fa parte dell’Ordine nazionale dei giornalisti in Italia e in Bulgaria; di FUIS e UNSA, Unione scrittori e artisti, Italia. Giurata dell’Accademia del Cinema italiano per i premi “David di Donatello”; dell’Accademia delle Scienze e delle Arti di Bulgaria. Tra i suoi lavori – edizione dei libri per la musica lirica; pubblicazioni nei quotidiani nazionali bulgari e italiani in politica estera, attualità e cultura; pubblicazioni di poesie nell’almanacco poetico femminile “Eugenia Mars” di Sofia, 2000-2015; Premi al Concorso Europeo di Poesia – Lecce 2000, 2007, 2010 (primo premio) e Roma-2008; Premio Alda Merini, 2010; Gran Trofeo della Cultura al Premio Histonium -Vasto 2012: Premio del Parlamento EU, Italia 2013 e Premio a Spoleto Festival ArtExpo 2013 per il libro poetico “Fiori e spine di via Egnatia”, Edizioni Tracce, 2011; Pubblica nella Rivista nazionale italiana ”Poeti e Poesie”- dir. Elio Pecora; nell’Antologia ”Cara Alda, ti scrivo...”, nell’Antologia Poetica e l’Agenda del Poeta, Editore Pagine; Pubblica la raccolta di poesie “L’elegia della vita”, in bulgaro e in italiano -“Ivan Vasov” editore 2001; Publica “Fiori e spine di via Egnatia”, raccolta di lirica – Edizioni Tracce, 2011. Nuove raccolte - in bulgaro “... E l’anima sa” con la Casa editrice Unione Nazionale Scrittori di Bulgaria a luglio 2015 e in italiano “Briciole” con la Bertoni Editore a settembre 2015, con la quale riceve il Premio letterario a SpoletoArtExpo2015.

ARTICOLI

ATTUALITA CULTURALE

TEATRO

 
Copyright © 2009-2016 La Farfalla di Fuoco Editrice | Direttore Giornalistico: Carlo Raffaele Contardi | San Giuliano Milanese, Milano, It. | Contatti: lafarfalladifuoco@gmail.com