25 agosto 2009

Ana María Rodríguez Francia


Della notte, il desiderio e I fantasmi
Poesie
Traduzione di l'autrice
con la supervisione e la collaborazione
di Enrico Balestra e Maria Belén Rath.



ITINERARIO


1

Camminare per la casa
della memoria
mentre l'ermafrodita
recita suoi versi

Prediche e ragioni
dice.
Questioni di fede
che il pensiero imbastisce
Dagli intersizi
filtra il sospetto
che tutto è mensogna.

2

Soffermarmi nel limite,
dove illumina ciò che sognai.
parole del cuore
ritmo dell´anima
che tenta pronunciare il segreto.

Allora, sapermi così
Come chi può
patteggiare con l'utopia.

3

Aria d´acqua.
Sangue del tramonto.
Emette il cielo
splendori di candele
e verso "l´Est"
convergono i miei fantasmi.
Nasce la notte
Iníziale,
Nel fiume che scorta le mie ceneri.

4

Parole che partono
come la brezza
di queste ore.
L'inevitabile come la notte
cade su di noi
e nulla si detiene.
La donna prende allora
un fiore
In riva al mare che si
accende e rifluisce
Resta.
Sola.


5

Essere un po´di qualche cosa
non del tutto
riflesso della luce
nello specchio.
qualche cosa che viene dai secoli,
benché il velo scopra
solamente una sillaba.


ASSENZA

L'unica assenza che scopro
mentre contemplo un vuoto
che attraversano i passeri.
La strada di "Rosario"
Sempre, solitudine e insonnio.

Oggi, camino in essa
Ed è notte.


LE PARCHE


Loro vengono, si aprossimano
in agguato
con viso di cenere,
di raffiche,
dal lato del Sud, dove
si spacca la città.

Loro, con chiavi enigmatiche
in agguato si avvicinano
irrompono, attraverso la voce
di una campana
e
mi arresto
Veramente, veramente,
chiedo il mio nome!


LA BELLE E IL VENTO


A Mer

Il tempo fugge verso la lontananza
e la bella tenta di raggiunggere il fiore
unico.
Fili al vento, capelli della sua notte,
verde di verdi acque
i suoi occhi che s´inaugutano.
Tutta ella è una rosa,
tentando d´imprigionare il tempo
che si burla.

Dopo, Dopo, nient´altro che orizzonte.
Ma so del ritorno,
contemplazione d´un cielo
che nessuno le può togliere.
Breve e fugace tirocinio
di ciò che ancora l´attende.







ANA MARÍA RODRÍGUEZ FRANCIA, nasce il 4 di gennaio di 1939 in Pergamino, Buenos Aires, Argentina. Ha pubblicato: Indagaciones acerca del personaje (1970); Cantos de la Hoguera y el fuego (1971); Las palabras del Tiempo (1971); Vigilia de la intimidad (1984); Sonetos del peregrino (1985).

ARTICOLI

ATTUALITA CULTURALE

TEATRO

 
Copyright © 2009-2016 La Farfalla di Fuoco Editrice | Direttore Giornalistico: Carlo Raffaele Contardi | San Giuliano Milanese, Milano, It. | Contatti: lafarfalladifuoco@gmail.com